Pagine

Archivio blog

ICONA

ICONA
Every age gets the art it deserves and every age must accept art it gets !

Il sorriso





Non desidero raccontarvi barzellette ( sporche ) per strappare qualche risata

Il sorriso è una cosa seria, direbbe un bambino; Lui sì che ride convinto.

Per noi adulti  il sorriso si può tradurre in due parole :  un impulso più o meno divertente, più o meno spontanteo, provocato da uno o più interlocutori, da uno o più eventi correlati.
Non solo questo ovviamente, dato che è un'associazione al sentimento.

Solitamente si esprime in breve durata ... a parte quelli che ridono a crepapelle od a denti stretti per un'intera vita.
A stabilir l'equilibrio bisognerebbe alternare risate a pianti, anche per tacita rivalsa di fronte a uno che ti guarda con  occhi di ghiaccio.

Mi piacerebbe da morire mettere a confronto due personaggi uno di fronte all'altro: il primo contrae la pelle del viso muovendo le orecchie con il viso serio, l'altro con gli occhi di ghiaccio che guarda ... secondo voi quale sarebbe il risultato ? ...
Tali amenità ci possono raccontare di come potremmo essere smentiti da un sorriso di ghiaccio sciolto, oppure sbalordito, chi lo sa, forse proprio a denti stetti ed orecchie levate.

E' proprio quel piglio d'imprevidibilità che rende interessante il sorriso, ed in esso possono esserci  contenuti  contrastanti ma convergenti a quel destino.

blogger-sreenshot
l'attrice Giulietta Masina


Poi ci sono quelli che ridono sè stessi medesimi delle battute che fanno in pubblico ( son dilettanti ) per dare maggiore concretezza alla cazzata scaturita nell'ebrezza del gruppo.

Altri agiscono sul paradosso per generarlo quasi dal nulla ed apparire raffinati nell'ironia a portata d'ambiente; qualche volta effettivamente lo sono, ma è difficile ripetersi ... di solito lo fanno a pagamento ( quelli originali ).


Esso cambia nel corso del tempo, in significati e forme differenti, si affina soprattutto in trame elaborate a seconda degli ambienti che  lo condizionano.  : scontato, nervoso, malizioso, sornione, idiota o convinto (  anche idotamente convinto ), discreto, contenuto, radioso e solare, dolce od amaro, complice, canzonatorio od emozionato ... un po' come il volto del clown che sorride con la lacrima che scorre.

Conchiudo il discorsetto in due modi diversi, il primo con l'inevitabile elogio del sorriso, cioè, quell'attimo della mente che ammira lo sguardo di chi lo ha prodotto.
Poi, considerato che siamo in un blog che si aggira fra gli argomenti di ambito letterario consiglio la lettura dei racconti di Aldo Palazzeschi, fra le pagine Vi accorgerete che l'ironia tradotta in sorriso a portata di labbra passa e viene, ma non se ne va !

Ciao


Nessun commento :

Nessun commento :

Ti potrebbe anche non interessare:

Ultimi articoli